Ora o mai più: il tuo ecommerce online in 7 giorni

8 motivi per cui la tua cantina deve iniziare oggi a vendere online

1. Il digitale è ovunque e non si ferma

È un momento difficile, anzi è un momento drammatico da tanti punti di vista. Anche dal punto di vista imprenditoriale. Il digitale offre innegabilmente tante opportunità. Non sono tutte ipotesi vincenti per definizione, ma non metterle sul tavolo e provare a valutarle può essere un errore strategico molto grave. Il digitale è ovunque e non si ferma mai: neppure di fronte ad una pandemia. La tua cantina può trovare nel mondo digitale la piattaforma per rilanciarsi e posizionarsi in modo diverso. Farlo ora e farlo bene può avere molti vantaggi.
Vediamoli insieme.

2. Il digitale è soprattutto vicino a te: sfrutta il local marketing

Pensando al digitale, si pensa sempre a qualcosa di molto lontano da noi, perché il digitale annulla le distanze, per definizione. Una chiamata su Skype per salutare i nipotini a Londra. O l’acquisto di un prodotto americano visto in una serie tv su Netflix. Ma questo è un grande errore. Il digitale è anche l’opportunità di raggiungere le persone vicine a noi. Fornirgli un prodotto diverso, un contenuto differente. Fidelizzare con i nostri vecchi e storici clienti e dargli uno strumento in più per scoprire la cantina vicino a casa, anche sul digitale. Sono i vantaggi del local o proximity marketing. Una ricerca molto interessante di Google ha mostrato che durante il primo lockdown, da febbraio a maggio 2020, i consumatori hanno preferito acquistare i prodotti delle aziende online vicine al loro territorio. Inoltre ben il 57% degli utenti hanno raccontato – sempre durante la prima fase della pandemia – che al termine dell’epidemia avrebbero scelto di acquistare in un’azienda che offre prodotti a km 0 rispetto a quanto facevano prima del Covid.

3. I dati non mentono mai

Il lockdown è stata l’opportunità per lanciare delle vere e proprie startup innovative, sul digitale, molto spesso nel giro di 48 ore. Abbiamo partecipato con grande spirito di squadra ad una di queste sfide: il nostro progetto SAPER comunicarlo, dedicato alla strategia digitale nel mondo del vino, è nato proprio durante quel periodo. Ma sono spesso i ristoratori, i piccoli commercianti, le aziende che hanno saputo rilanciarsi con grandissima energia sul web. Pensiamo al caso de “Il Mannarino”, gloriosa macelleria di Milano, che nel mese di marzo ha lanciato il proprio ecommerce con servizio delivery, raddoppiando il fatturato nel mese di aprile (700.000 euro) arrivando a 600 consegne al giorno in città e provincia. Gli amici di Cantina Urbana, per cui abbiamo seguito tutta la comunicazione di pre-apertura e lancio, hanno fatto lo stesso: con il servizio di cantina chiuso, Michele Rimpici ha lanciato il proprio ecommerce nel giro di una settimana offrendo vino & prodotti per aperitivo costruiti su misura per il cliente milanese. Ma sono solo due esempi, online ce ne sono molti altri: tutti con un unico comune denominatore, la grande passione e creatività dell’offerta.

4. Con la tua cantina digitale crei sinergia tra online & offline

La cantina digitale e la cantina reale non sono (e non possono essere) due mondi separati. Sono la stessa cosa. Possono comunicare esperienze diverse, persino il tone of voice potrà mutare, ma saranno due asset di una unica azienda, la Tua. Per questo la cantina digitale può essere il veicolo anche per spingere e promuovere esperienze offline. Quando tutto questo sarà finito (ci pensate alla festa e agli abbracci?), il tuo ecommerce potrà offrire coupon per la visita in cantina, offerte per cene o esperienze wine hospitality. Il mercato digitale quindi pone le basi per una ripartenza gloriosa e innovativa: non viverlo solo come l’unica cosa che puoi fare in questo periodo di nuovo lockdown.

5. Non solo marketplace: fai squadra con le aziende del tuo territorio

E tra le cose più normali in un periodo di crisi, c’è l’idea di fare squadra. A partire da una alleanza enogastronomica con le realtà del tuo territorio in modo che l’offerta digitale della tua cantina offra dei prodotti speciali che raccontano te e la terra che ti circonda. Se il tuo vino è già su Tannico, Vino75, Winelivery o Vivino, con il tuo ecommerce potrai costruire un’offerta differenziata. Un vero e proprio prodotto speciale per non andare in concorrenza con le altre piattaforma di vendita mainstream e costruire una reputazione digitale più forte e innovativa.

6. Durante la crisi, vince lo storytelling innovativo

Di fronte all’emergenza, anche la capacità di raccontarsi in modo creativo viene premiata dal mercato. Non è facile trovare le parole giuste, in un periodo così drammatico. Costruire uno storytelling efficace, raccontare la propria storia ed il modo in cui si sta affrontando questa situazione, può essere l’operazione più importante dal punto di vista strategico per costruire una reputazione solida e autorevole di fronte ai vecchi clienti e di fronte ai nuovi da conquistare. E per ripartire in modo efficace quando la crisi sarà superata.

7. Crea il regalo di Natale per i tuoi clienti

Le analisi di mercato mostrano che l’81% degli utenti quest’anno farà i regali di Natale online, acquistano su ecommerce. È un trend che era già in continua crescita, il 2020 ha forzato in modo drastico questi numeri. Cosa fare? Non si può ignorare questo fenomeno e non si può nemmeno affidarsi solo ai marketplace digitali tradizionali. La propria cantina online può offrire regali personalizzati, esperienze uniche e pacchi natalizi costruiti su misura del territorio e del proprio cliente. Non perdiamo questa opportunità!

8. In più: lo facciamo ora, lo paghi nel 2021

Ebbene sì. Questo è il nostro modo di fare squadra: costruiamo ora la tua vetrina ecommerce, e insieme con il tuo team amministrativo costruiremo un piano di pagamenti che possa andare incontro alle tue esigenze e al periodo, difficile, che stiamo attraversando. 

Torna su